Massimiliano Montulli | La classifica delle emoji più usate secondo Apple
Dott. Massimiliano Montulli - Consulente per Siti Internet a Milano, Social Marketing, SEO, Project Management, Comunicazione e Formazione. Riceve su appuntamento a Milano.
montulli milano, montulli informatica, montulli cattolica, montulli, montulli.it, massimiliano montulli, siti internet milano, web design milano, social marketing, comunicazione, posizionamento motori di ricerca, creazione siti internet, milano, direct email marketing milano, dem, consulente informatico, lezioni private informatica milano, social media marketing milano, università cattolica del sacro cuore, community manager milano, unicatt, università cattolica milano, siti web martimoni milano, siti web avvocati milano, siti web milano, siti internet milano
22240
post-template-default,single,single-post,postid-22240,single-format-standard,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive
 

La classifica delle emoji più usate secondo Apple

La classifica delle emoji più usate secondo Apple

Quali sono le 10 emoji più usate? La faccia con le lacrime di gioia svetta in classifica, ma ci sono degli outsider.

Faccia con lacrime di gioia: tu chiamalo, se vuoi, “riderone”. Non c’è niente da fare: con buona pace di emojitracker, che la dà sempre in primissima posizione, Apple conferma che la faccetta più utilizzata dai suoi utenti resta quella delle matte risate. La notizia proviene da un documento d’analisi di utenti statunitensi di iOS e Mac della Mela, dedicato alla user experience: la classifica, tolte le primissime posizioni, mostra qualche sorpresa: in seconda posizione c’è un bel cuoricione rosso (ché l’amore vince sempre sull’odio, dissero), mentre in terza posizione troviamo l’emoji del pianto inconsolabile.

A piedi del podio si prosegue con la faccia sorridente con gli occhi a cuore, seguita da quella che manda un bacio, sempre a forma di cuoricino. In sesta posizione c’è la faccetta con gli occhi al cielo (noia, noia immensa), e poi un vero outsider: il teschio, ma senza ossa. Segue la faccetta che ride con le guanciotte rosse, poi quella della stanchezza molesta e, all’ultimo posto, quella pensante.

Le prime tre posizioni sembrano essere un must: un’indagine di Twitter di due anni fa, sulle emoji più utilizzate per commentare gli spettacoli televisivi sulla piattaforma, non solo aveva dato una schiacciante vittoria della faccetta con le lacrime di gioia, ma aveva visto in seconda posizione quella con gli occhi a cuore, e in terza il pianto inconsolabile. Tutto il mondo è emoji (o quasi).

FONTE: Wired

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.