Massimiliano Montulli | Facebook lancia Hello, l’app che identifica le chiamate
21947
post-template-default,single,single-post,postid-21947,single-format-standard,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-theme-ver-13.5,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Facebook lancia Hello, l’app che identifica le chiamate

Facebook lancia Hello, l’app che identifica le chiamate

Nel giorno in cui Google si lancia come operatore mobile virtuale, Facebook rafforza la sua presenza nella telefonia, anche se per vie alternative. Dopo aver abilitato le chiamate via internet su Messenger e WahstApp, il social network lancia Hello, progetto che parla anche un po’ italiano visto che il product manager è il veronese  Andrea Vaccari. L’applicazione – per Android – darà informazioni su chi chiama, anche se il numero non è salvato in rubrica.

Facebook lancia Hello per Android

Frutto dei Creative Labs di Facebook e opera del team di Messenger, Hello è per ora disponibile solo per dispositivi Android e in tre mercati (Usa, Nigeria e Brasile). La novità punta a sostituire il tradizionale ‘dialer’ per le telefonate, cioè il sistema predefinito installato nei telefoni che consente di identificare un numero che chiama o di effettuare una telefonata.

Hello si collega a Facebook in modo che l’utente possa visualizzare le informazioni di chi chiama, anche se non è un contatto della propria rubrica, le sue generalità, ma anche informazioni specifiche come il compleanno o il lavoro. Inoltre dalla stessa applicazione si potranno bloccare contatti indesiderati e si faranno ricerche di persone e luoghi.

Ovviamente si potrà anche chiamare e mandare messaggi gratuitamente sfruttando Messenger. Le informazioni che viaggiano su Hello, sottolinea Vaccari, sono quelle che un utente ha già scelto di condividere su Facebook.

La mossa consente al social network di Mark Zuckerberg di rafforzare la sua presenza nel campo delle telefonate. Messenger, come annunciato ieri in occasione della trimestrale, rappresenta il 10% delle chiamate Voip globali.

FONTE: ANSA.IT