Massimiliano Montulli | Come sarà il tasto “non mi piace” di Facebook?
Dott. Massimiliano Montulli - Consulente per Siti Internet a Milano, Social Marketing, SEO, Project Management, Comunicazione e Formazione. Riceve su appuntamento a Milano.
montulli milano, montulli informatica, montulli cattolica, montulli, montulli.it, massimiliano montulli, siti internet milano, web design milano, social marketing, comunicazione, posizionamento motori di ricerca, creazione siti internet, milano, direct email marketing milano, dem, consulente informatico, lezioni private informatica milano, social media marketing milano, università cattolica del sacro cuore, community manager milano, unicatt, università cattolica milano, siti web martimoni milano, siti web avvocati milano, siti web milano, siti internet milano
22066
post-template-default,single,single-post,postid-22066,single-format-standard,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive
 

Come sarà il tasto “non mi piace” di Facebook?

Come sarà il tasto “non mi piace” di Facebook?

Eccolo là. Sta arrivando. Lo hanno chiesto, ripetutamente chiesto, e ora il gioco si fa duro. Il tasto dislike su Facebook sarà tra noi. E se non fosse come tutti se lo aspettano?

Zuckerberg stesso ha confermato l’introduzione del “non mi piace”  annunciandolo nel corso di un incontro nella sede californiana: “Potrebbe consentire agli utenti di esprimere le emozioni in modo più realistico, piuttosto che avere una sola scelta“.

Attenzione però. Che un tasto “non mi piace”, adottato su tutta la linea, sarebbe davvero difficile da gestire per un social network della portata di Facebook, è un dato di fatto. Potrebbe cambiare la linea editoriale e le strategie comunicative di molte aziende, ma anche di molti utenti, radicalmente.

La gente ha chiesto il pulsante ‘non mi piace’ per molti anni e oggi è un giorno speciale perché è il giorno in cui dico che ci stiamo lavorando e siamo molto vicini al lancio del test “, ha detto Zuckerberg.

A dicembre scorso tuttavia, nel corso di un Q&A, il Ceo di Facebook aveva detto che la proposta restava difficile da accogliere, perché il risultato non sarebbe dovuto sembrare una spinta verso qualcosa di negativo. Al contrario, avrebbe dovuto sollevare gli utenti dalla forzatura di mettere un “mi piace” a fronte di uno status che lo renderebbe stonato. Insomma, gli utenti si sentivano a disagio a mettere “like” a un contenuto triste. Per cui, la sfida sarebbe stata quella di trovare il modo giusto per fare esprimere agli utenti il sentimento del dispiacere.

Il nuovo tasto potrebbe quindi essere un semplice “non mi piace”, o potrebbe non essere disponibile per tutti i contenuti.
Qual è sarà la quadratura del cerchio per Zuckerberg, siamo vicini a scoprirlo.

FONTE: WIRED

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.