Massimiliano Montulli | Branded.me, il profilo LinkedIn diventa un sito personale
21922
post-template-default,single,single-post,postid-21922,single-format-standard,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-theme-ver-13.5,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Branded.me, il profilo LinkedIn diventa un sito personale

Branded.me, il profilo LinkedIn diventa un sito personale

In molti pensano che sia utile avere un proprio sito, ma altrettanti non ne hanno uno a causa del tempo necessario che richiede strutturarlo. Branded.me cerca di risolvere il problema.

Il nome chiarisce l’intento: un sito che riassuma la vostra carriera e fornisca una bio di facile accesso, aiuta il personal branding. E, come dice l’introduzione al servizio, chi cerca candidati, preferisce quelli che hanno un sito. Ciò che Branded.me propone, è di costruirne uno facilmente personalizzabile, partendo dal vostro profilo LinkedIn.

Dalla connessione, il sistema elabora una bozza del sito, editabile in tutte le sue parti. Dalla biografia, che può essere più o meno lunga, alle competenze, passando – neanche a dirlo, dalle esperienze professionali.

Ogni sezione può essere rimossa, e volendo compaiono anche i testimonial ottenuti su LinkedIn, con tanto di foto e virgolettato del supporto. Molto utile la funzione di anteprima che mostra come il sito verrà visualizzato da desktop e mobile, sia tablet che smartphone.

Ecco il mio profilo: http://massimontulli.branded.me/

FONTE: WIRED